17 Novembre 2019




Valle Giumentina
La Valle Giumentina nel Parco Nazionale della Majella
Valle Giumentina è posta sul versante settentrionale della Maiella in una posizione ideale per la "lettura" delle sue caratteristiche geomorfologiche. Ad est e ad ovest si intuiscono le profonde forre fluviali scolpite negli ultimi 200.000 anni dai torrenti Santo Spirito ed Orfento. A sud si osservano le principali sommità della catena, che coincidono in parte con il margine della piattaforma carbonatica mesocenozoica.
Sotto le creste, si percepiscono le depressioni dei circhi glaciali. Eredità morfologiche modellate durante l'ultima fase climatica fredda. Dai margini dei circhi e dell'altopiano sommitale si originano i profondi valloni e le forre che drenano le acque superficiali che poi vanno a costituire importanti sorgenti ai piedi della montagna .

Dalle cime centrali, il versante settentrionale digrada con pendio quasi costante, suggerendo l'ampia piega antiforme che caratterizza la struttura geologica della Maiella.
Come buona parte dell'Appennino, anche questo territorio oggi è soggetto all'abbandono iniziato nel secondo dopo-guerra. Dopo qualche anno dall'abbandono, nei campi e sui pascoli secondari, si insediano diverse comunità di erbe selvatiche. Successivamente, arrivano gli arbusti: ginestre, rovi, prugnoli, ecc. La presenza degli antichi coltivi Ë tradita dai vecchi muretti a secco che delimitavano i campi, capanne a tholos, inoltre le tante "macere" ossia i cumuli di sassi conseguenza dell'opera di spietramento dei terreni.

Realizzazione siti web www.sitoper.it